#IORESTOACASA: COME? Un’occasione per ripensarsi

In questo periodo dovuto alla crisi sanitaria, a causa del Coronavirus, alcune famiglie sono maggiormente esposte a forti stress, che molto spesso scaturiscono in episodi di violenza domestica (in tal senso i dati sono allarmanti perché la violenza in casa è fortemente in aumento in questo momento).

Quali potrebbero essere i motivi per cui si è particolarmente stressati? A tal proposito, di seguito sono presenti alcuni dei maggiori fattori di stress che in questo periodo affliggono le famiglie:

• l’isolamento sociale e il sentirsi imprigionati a casa;

• la paura di ammalarsi e la paura dei propri cari che si ammalino,

• la paura di perdere reddito / lavoro o l’interruzione temporanea del lavoro;

• la paura di utilizzare i trasporti pubblici;

• la paura di non ottenere assistenza medica;

• la presenza dei bambini che non vanno a scuola e che devono rimanere a casa, con ulteriori richieste di assistenza relativa al loro benessere;

Dunque, tutti i sopraelencati possono rendere più nervosi, e ridurre la capacità di controllare la propria rabbia e le proprie reazioni.

Di seguito, riportiamo alcune domande per verificare la propria capacità di autocontrollo, che aiutano a riflettere:

  • Hai l’impressione che in certi momenti potresti perdere il controllo e perdere ciò che ti è caro?
  • Ti domandi se fai del male alle persone a cui vuoi bene?
  • Senti che a volte la rabbia ha la meglio su di te?
  • Pensi che forse la tua partner o i tuoi figli potrebbero aver paura di te?

Se alcuni di voi si riconoscono in alcune delle affermazioni appena lette, vi proponiamo di approfondire l’argomento nel questionario seguente.

Vi aiuterà a capire se ci sono elementi su cui riflettere, e se può essere opportuno richiedere un colloquio con un professionista, che possa offrire gratuitamente un confronto circa la situazione che state vivendo.

Se qualcuno di voi si riconosce nei campi del questionario, o negli esempi sopraelencati, e pensi che certi comportamenti potrebbero rovinare delle relazioni o provocare delle reazioni violente all’interno delle mura domestiche, sappiate che non è un problema insormontabile.

Potete chiamare al numero 334 9270177 o contattarci all’indirizzo mail nonpiuviolenti@fondazionesomaschi.it.

Ci sarà la possibilità di un momento di confronto, che possa aiutarvi a sentirvi meglio all’interno della relazione.

Vi aspettiamo, in un clima sereno e non giudicante, per parlarne con libertà.