GAP San Zenone al Lambro

Progetto sperimentale destinato alla cura dei pazienti GAP
Dove

Via Michelangelo 6, 20070 San Zenone al Lambro (MI)

Contatti

Responsabile Filtro 
Roberto Peroni | Fondazione Somaschi Onlus
TEL 02 98870392
CELL | 366 6973225
mail | r.peroni@fondazionesomaschi.it

Cosa

Progetto sperimentale destinato alla cura dei pazienti GAP

Chi

Utenti maschi che hanno alle spalle lunghi percorsi di tossico e alcol dipendenza

Servizi Offerti

 

OBIETTIVI DEL SERVIZIO DI DIAGNOSI E DEFINIZIONE DELL’ESIGENZA

 

a) Garantire un adeguato assestment diagnostico multidisciplinare;
b) migliorare il quadro di stress psico-patologico che accompagna il GAP;
c) migliorare le dinamiche relazionali socio-familiari del giocatore, ove possibile;
d) definire e pianificare un percorso trattamentale condiviso;
e) raggiungere l’astensione dal gioco d’azzardo.

 

OBIETTIVI DEL PERCORSO RESIDENZIALE BREVE

 

a) Raggiungere e mantenere l’astensione totale/parziale dal gioco d’azzardo, traducibile nella riduzione della quantità di denaro, frequenza e tempo dedicato al gioco d’azzardo.
b) Migliorare il quadro di sofferenza psicologica che accompagna i giocatori patologici.
c) Migliorare le dinamiche relazionali socio-famigliari del giocatore.
d) Migliorare il livello di autonomia personale, sociale e delle risorse di rete dei giocatori.
e) Sostenere il giocatore patologico nel percorso di “ribaltamento” delle priorità emotive verso un “nuovo stile di vita”.
f) Rafforzare le componenti protettive e predittive connesse alla prevenzione delle ricadute.

 

OBIETTIVI DEL PERCORSO RESIDENZIALE MEDIO-LUNGO

 

a) Approfondire il quadro psico-diagnostico;
b) sensibilizzare il giocatore ed i famigliari sulle caratteristiche tipiche del gioco d’azzardo;
c) identificare e modificare le distorsioni cognitive del giocatore;
d) analizzare la situazione economica e debitoria;
e) analizzare il ruolo e la funzione del gioco all’interno delle dinamiche relazionali;
f) stimolare il recupero e l’incremento delle risorse personali, relazionali e sociali;
g) sviluppare strategie e tecniche di coping e di autoregolazione emotiva.
h) facilitare il processo di cambiamento;
i) elaborare ipotesi progettuali di inclusione sociale condivise con il Servizio inviante.

 

OBIETTIVI DEL PERCORSO SEMI-RESIDENZIALE

 

• Costruire un’alleanza terapeutica, al fine di favorire la consapevolezza rispetto al GAP e rinforzare la motivazione al cambiamento.
• Imparare a riconoscere, prevenire e gestire il craving e la compulsione al gioco.
• Esplorare la storia personale e identificare di eventuali disturbi della personalità che hanno messo in atto e successivamente perpetuato l’incapacità di regolare i propri impulsi e di realizzazione di un soddisfacente progetto di vita.
• Riappropriarsi delle componenti emozionali, cognitive, relazionali e comportamentali disfunzionali assumendone la personale responsabilità come individui adulti evitando l’attribuzione a situazioni esterne, il mondo, gli altri.
• Rivisitare della storia affettiva e analisi dei possibili meccanismi di compensazione – attraverso il gioco compulsivo, altri comportamenti di dipendenza o a rischio – della possibilità di strutturare soddisfacenti rapporti di intimità e di relazione costruttiva.
• Approfondire e/o ridefinire le dinamiche familiari.
• Messa a punto della situazione economico-lavorativa con programma di rientro di eventuali situazioni debitorie e di reinvestimento su possibili prospettive di lavoro.